Forse rischio di annoiarvi un poco quando vi comunico gli interventi e gli atti parlamentari a sostegno del mondo dell’agricoltura. Quando però i risultati arrivano sono felice che a gioire siamo migliaia di famiglie siciliane. Oggi è uno di quesi giorni. Infatti, finalmente si sono sbloccati i fondi spettanti alle imprese che, soprattutto in questo periodo, boccheggiano a causa della burocratica siciliana che attanaglia le imprese agricole siciliane.
Il dirigente generale del Dipartimento Agricoltura, Dario Caltabellotta, ha emesso un decreto che semplifica le procedure amministrative al Dipartimento Agricoltura data l’emergenza COVID-19.
L’autorità di gestione del PSR Sicilia modifica le disposizioni procedurali attuando queste novità:
Richiesta di anticipo o SAL consentito a mezzo pec, con obbligo di trasmettere l’originale quando l’emergenza COVID-19 sarà terminata.
Fino a 100.000,00 € di spesa ammissibile possibile richiedere fino al 95% tra acconto e SAL.
In fase di SAL sono ammessi a sostegno anche i pagamenti riferiti a fatture di acconto quietanzate.

Questa è la strada giusta e speriamo che queste semplificazioni rimangano valide anche alla fine dell’emergenza. Ripartiamo dall’agricoltura, dal turismo, insomma ripartiamo dalla Sicilia.

 

QUI il decreto

Condividi