PNRR, selezione di 1000 esperti per i territori: figure richieste e come candidarsi (A BREVE SCADENZA)

Sono stati pubblicati sul portale inPA gli avvisi per il conferimento di 1.000 incarichi di collaborazione a professionisti ed esperti per accompagnare le amministrazioni territoriali nelle semplificazioni indicate dal Piano nazionale di ripresa e resilienza

Si tratta di 1.000 incarichi di collaborazione a professionisti ed esperti per accompagnare le amministrazioni territoriali nelle semplificazioni indicate dal Piano nazionale di ripresa e resilienza.
I 1.000 professionisti ed esperti, destinati per il 40% alle Regioni del Sud e per il 60% al Centro Nord, per tre anni supporteranno Regioni e Province autonome, che provvederanno ad allocarne le attività presso le amministrazioni del territorio (uffici regionali, amministrazioni comunali e provinciali) per la gestione delle procedure più complesse, nel recupero dell’arretrato e nel miglioramento dei tempi effettivi di conclusione delle procedure.

Le figure richieste e scadenza

Ingegneri, architetti, biologi, chimici, fisici, esperti giuridici, digitali e gestionali, informatici, statistici, agronomi, geologi, geometri potranno presentare la propria candidatura fino alle ore 14:00 del 6 dicembre 2021.

Requisiti

Potranno iscriversi all’elenco del portale reclutamento PA per gli incarichi di collaborazione PNRR soggetti in possesso dei seguenti requisiti:

  • iscrizione all’albo, collegio o ordine professionale di riferimento;
  • almeno 5 anni di permanenza nel relativo albo, collegio o ordine professionale;
  • non essere in quiescenza.

Assunzioni PNRR: di cosa si occuperanno i 1.000 esperti

Il PNRR prevede uno strumento di assistenza tecnica di durata triennale, equivalente alla creazione di un pool di 1.000 esperti, finalizzato a supportare le amministrazioni territoriali nella gestione delle procedure, con particolare riferimento a quelle che prevedono l’intervento di una pluralità di soggetti.

Parliamo ovvero delle procedure complesse, per favorire l’implementazione delle attività di semplificazione. Il PNRR prevede che i pool operino con il coordinamento delle amministrazioni regionali, che provvederanno, ad allocarne le attività presso le amministrazioni del territorio (Uffici Regionali, amministrazioni comunali e provinciali).

Gli esperti dovranno svolgere i seguenti compiti:

  • supporto alle amministrazioni nella gestione delle procedure complesse;
  • assistenza tecnica ai soggetti proponenti per la presentazione dei progetti;
  • supporto al recupero dell’arretrato;
  • il supporto alle attività di misurazione dei tempi effettivi di conclusione delle procedure.

L’intervento mira quindi ad accrescere la capacità amministrativa degli Enti che agiscono sul territorio, in modo da garantire la concreta attuazione delle azioni di riforma in materia di semplificazione e la velocizzazione delle procedure amministrative propedeutiche all’implementazione dei progetti previsti PNRR.

Assunzioni PNRR: il cronoprogramma del progetto

Successivamente, il portale inPA genererà gli elenchi dei professionisti ed esperti con profilo coerente con quello degli avvisi, elenchi che saranno inviati alle Regioni dal Dipartimento della Funzione pubblica,

in base ai fabbisogni indicati nei Piani territoriali approvati oggi dal Dipartimento. Entro il 31 dicembre 2021 le Regioni individueranno i professionisti cui conferire l’incarico.

Il riparto delle risorse (320,3 milioni di euro) a favore delle Regioni e delle Province autonome per il conferimento degli incarichi è stabilito con Dpcm 12 novembre 2021, pubblicato sulla GU Serie Generale n.284 del 29-11-2021.

Il provvedimento, inoltre, affida la governance del progetto a 21 cabine di regia regionali, costituite da rappresentanti della Regione o Provincia autonoma e delle Anci e Upi territoriali, incaricate della pianificazione, gestione e verifica delle attività dei professionisti ed esperti.A Palazzo Vidoni, inoltre, è istituito un Tavolo di coordinamento, che si è già riunito sei volte, composto da rappresentanti del Dipartimento Funzione pubblica, Regioni, Anci e Upi con funzioni di indirizzo e verifica, incaricato, tra l’altro, della raccolta delle indicazioni dei pool territoriali sui colli di bottiglia che richiedono interventi normativi o organizzativi di carattere generale da segnalare alla cabina di regia del Pnrr.

“Una nuova Pubblica amministrazione per una nuova Italia”: lo spot di inPA

Da oggi, in concomitanza con la pubblicazione dei primi avvisi, è partita anche la campagna di comunicazione istituzionale di inPA. A questo link lo spot realizzato in collaborazione con il Dipartimento dell’informazione e dell’editoria e diffuso sulle reti Rai e sui canali del Dipartimento della Funzione pubblica.

Assunzioni PNRR: come presentare domanda

Le Regioni e gli Enti locali potranno selezionare professionisti ed esperti a cui affidare gli incarichi di collaborazione PNRR tramite il portale inPA per il reclutamento. All’interno dello stesso vi è disponibile un apposito elenco, a cui esperti e professionisti potranno iscriversi, per il conferimento di collaborazioni con contratto di lavoro autonomo.

Per maggiori informazioni e per candidarsi CLICCA QUI

Per saperne di più: