Buona domenica e buona Pasqua 

Pasqua, diciamo, quanto meno particolare, si, ma che resterà vividamente impressa nella nostra memoria. Mi ricordo invece della scorsa Pasqua. Anche in quell’occasione scrissi una “Buona Domenica“; parlavo del profumo di buono che per strada emanava da ogni casa, degli auguri al bar con gli amici, dei dolci presi prima del pranzo familiare, delle piazze gremite di gente nella mattina di festa. Un altro fotogramma, un altro pianeta, verrebbe da dire!
Il profumo di buono emanerà sicuramente anche quest’anno da ogni casa, ma nessuno potrà sentirlo, non ci saranno auguri al bar o piazze colorate, ma possiamo riscoprire il senso della solidarietà e, per chi crede, quello vero della Pasqua. La rinascita a vita nuova, la consapevolezza che è dal buio che rischiara la vita, dal fondo la risalita. Avevamo bisogno di una pandemia per fermarci un attimo, tutti, e riflettere sulle sorti del mondo e dell’umanità? Beh onestamente ne avrei fatto volentieri a meno, ma – sempre per restare in tema pasquale – l’uomo ha avuto bisogno che Cristo morisse sulla croce per comprendere il miracolo della salvezza. Quindi, forse, questo lockdown è l’occasione per pacificare uomo e natura, cittadini e territori, ideali e realtà. Dobbiamo fare tutti uno sforzo di pazienza, forza d’animo e saldezza di spirito per resistere e non vanificare gli sforzi fatti finora e ringraziare il Cielo di poter sentire quel profumo di buono emanare più forte dalla nostra cosa oggi, per riassaporare piazze e strade affollate e coloratissime domani.
Con affetto sincero, mando tantissimi auguri di una serena e Santa Pasqua a tutti Voi e alle Vostre famiglie.

Condividi