Assunzioni a tempo indeterminato per Dirigenti medici al Policlinico di Catania

Posti di dirigente medico, varie specializzazioni, da destinare al presidio ospedaliero San Marco.

In  particolare, si propone l’inserimento di 26 dirigenti medici, con assunzione a tempo indeterminato, presso l’ AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA «POLICLINICO – VITTORIO EMANUELE» DI CATANIA

Il termine per candidarsi è il 13 giugno 2019.

Possono partecipare al concorso, coloro i quali siano in possesso dei seguenti requisiti :

  • diploma di laurea in Medicina e Chirurgia (vecchio ordinamento – DL) o equiparata laurea specialistica (LS)/magistrale (LM);
  • b. specializzazione nella disciplina oggetto del concorso, ovvero in una delle discipline riconosciute equipollenti e/o affini previste dal D.M. 30 Gennaio 1998 e dal D.M. 31 Gennaio 1998 successive modifiche e integrazioni (ai sensi dell’art. 1, comma 547 della Legge n. 145 del 30/12/2018 “I medici in formazione specialistica iscritti all’ultimo anno del relativo corso sono ammessi alle procedure concorsuali per l’accesso alla dirigenza del ruolo sanitario nella specifica disciplina bandita e collocati, all’esito positivo delle medesime procedure, in graduatoria separata”);
  • iscrizione all’Albo dell’Ordine dei medici chirurghi, attestata da certificato in data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di scadenza del bando.

Tutti i requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel bando per la presentazione delle domande di ammissione al concorso. Non possono accedere all’impiego coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo, nonché coloro che siano stati dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.

Le prove d’esame sono le seguenti:

  •  prova scritta con relazione su un caso clinico simulato o su argomenti inerenti la disciplina messa a concorso o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa
  • prova pratica su tecniche e manualità peculiari della disciplina messa a concorso
  • per le discipline dell’area chirurgica la prova, in relazione anche al numero dei candidati, si svolge su cadavere o materiale anatomico in sala autoptica, ovvero con altra modalità a giudizio insindacabile della commissione
  • prova orale sulle materie inerenti alla disciplina a concorso, nonché sui compiti connessi alla funzione.


Per tutte le informazioni cliccare qui

Stampa
Condividi