Amiche ed amici Ben ritrovati!

In questo lungo e caldo Agosto sono stato impegnato su più fronti.

Utilizzo quest’ultima E-News, prima della pausa estiva, per fare il punto insieme a voi su alcune delle prossime sfide che porterò avanti con decisione subito dopo Ferragosto. Non potendo scriverle tutte, ho scelto di approfondire quelle che hanno richiesto, e richiederanno ancora, un particolare impegno: l’Ambiente e la riforma del settore della Pesca.

In questa E-News vi evidenzio:

1. Tutte le #Opportunità più interessanti
2. PESCA: Pronta la riforma del settore
3. SICILIA “PLASTIC FREE”: La mia proposta per l’ambiente
4. ASP AGRIGENTO: Finalmente primi riscontri alle mie istanze
5. NEWS IN PILLOLE

1. Le Opportunità di lavoro

Bandi e opportunità di lavoro non conoscono vacanze estive. Scorrendo tra i banner che sotto vi allego potete sicuramente trovare qualcosa che fa proprio al caso vostro. Alcuni sono concorsi nelle pubbliche amministrazioni e altri annunci riguardano opportunità di presentare istanze e progetti per accedere a contributi e fondi destinati ai giovani, agli agricoltori alle donne e alle associazioni. Come sempre potete richiedermi maggiori informazioni scrivendo alla mia mail: segreteriamichelecatanzaro@gmail.com o compilando l’apposito modulo  CONTATTI.


2. PESCA: PRONTA LA RIFORMA DEL SETTORE


La Sicilia è la più grande isola del Mediterraneo, con circa 1.500 km di coste. La nostra Isola è al centro del Mare Nostrum e gioca un ruolo determinante nella gestione delle risorse ittiche migratrici e transnazionali e nella conservazione dell’ambiente marino e della sua biodiversità.

Attraverso le consuete newsletters, spero di avervi fatto conoscere il mio impegno concreto da parlamentare a sostegno del mondo della Pesca. Ho sempre ritenuto prioritario investire nei settori trainanti l’economia Siciliana: la pesca, insieme al turismo e all’agricoltura, è sicuramente un settore strategico per l’economia del nostro territorio. È proprio di questi giorni la discussione in aula sulla mia proposta di riordino delle leggi sulla pesca, al fine di rendere più organica la normativa e funzionali gli strumenti a supporto degli operatori. Si tratta di un passo importante nella direzione degli utenti del mare, una risposta riformatrice che arriva dopo un’attesa di oltre 18 anni!

Il Disegno di Legge riconosciuto prioritario dalla Commissione Attività Produttive di cui sono vice presidente,  proprio perché così atteso e così importante, sarà riportato in aula già alla ripresa dei lavori dopo la pausa estiva e, sono sicuro, troverà l’appoggio di una larga maggioranza.

In particolare, L’obiettivo del disegno di legge è incentivare la pesca artigianale e il suo valore aggiunto, la cooperazione internazionale, l’economia del mare e delle aree costiere, il rapporto pesca e turismo, ma soprattutto la riscoperta del valore pedagogico e didattico dell’attività del pescatore e dell’identità marinara.

QUI per maggiori dettagli

3. SICILIA “PLASTIC FREE”: LA MIA BATTAGLIA PER L’AMBIENTE

Il Mar Mediterraneo, culla della civiltà’, cantato dai più’ illustri poeti è messo ogni giorno in pericolo dagli spaventosi livelli di inquinamento.

L’ambiente che ci circonda, la bellezza della natura, la fauna e la flora, rischiano quotidianamente di perire dinnanzi il diffuso disinteresse per la salubrità del pianeta. Ebbene, ciascuno di noi, nella propria quotidianità e nel proprio ruolo, ha il dovere, l’obbligo morale di restituire un pezzetto di bellezza al pianeta, di preservare, con la cura che solo le cose più preziose meritano, angoli di biosfera dal cancro dell’inquinamento.

Qualche giorno fa, ho deciso con atti concreti di provare a dare un freno all’inquinamento ormai divenuto inaccettabile e causato da un uso smisurato di stoviglie monouso non biodegradabile e/o compostabili.  Sapevo bene di poter incontrare resistenze anche in seno all’ARS, ma sono fermamente convinto che sia ormai necessario agire con coscienza e lungimiranza, per il bene dell’intero territorio e in segno di rispetto verso le nuove generazioni, nei confronti delle quali, in ogni caso, abbiamo un debito di speranza.

Sono stato estremamente soddisfatto di aver segnato, durante l’ultima seduta, un primo importante passo:  è stato infatti approvato l’ordine del giorno con cui si impegna il Governo ad adottare urgenti provvedimenti per il divieto di utilizzo e vendita di contenitori monouso (stoviglie, posate, cannucce, ecc.) in plastica non riciclabile nel territorio dei Parchi e Riserve naturali della Regione, prevedendo altresì apposita segnaletica e rafforzando la vigilanza. Si segna il tracciato, aprendo la strada a misure sempre più incisive in ambito di tutela dell’ambiente e rispetto del territorio. 
 
È un risultato importante, il primo passo, concreto, che segna il cambio di rotta dell’Assemblea nei confronti del delicato problema dell’ambiente, tema sul quale la mia attenzione resterà sempre altissima e che tornerà ad impegnare l’Aula già dalla prima seduta utile.

La decisione di presentare l’ordine del giorno è frutto di un lavoro di confronto e concertazione con i rappresentanti delle maggiori associazioni animaliste presenti sul territorio Siciliano, con le quali abbiamo intrapreso un fruttuoso dibattito: WWF Sicilia Nord Occidentale, LIPU, Legambiente Sicilia, Italia Nostra Regione Sicilia.

4. ASP AGRIGENTO: Finalmente primi riscontri alle mie istanze

Gli Ospedali della provincia di Agrigento sono stati oggetto della mia attenzione ancora prima della mia elezione a deputato regionale (QUI la testimonianza). Da parlamentare ho intensificato la mia azione chiedendo riscontro in ogni sede e con ogni mezzo della precarietà e dei livelli di qualità delle nostre strutture ospedaliere. In particolare su: DISPOSITIVI GLUCOMETRICI, NUOVA RETE OSPEDALIERA, PRECARI ASP, ZANZARE, CARENZA PERSONALE MEDICO, CARENZE STRUTTURALI.

È inaccettabile, nel 2018, continuare a tollerare tale situazione, sempre al limite dell’emergenza. Una situazione paradossale che mortifica il lavoro e l’impegno degli operatori sanitari e mette a serio rischio la salute e la vita dei pazienti, i quali prima di tutto hanno il diritto di godere di ambienti salubri e sicuri.

Costante la mia attività, tra incontri, interrogazioni e atti parlamentari per affrontare quella che definisco una vera emergenza #Sanità. Ho raccolto il grido di allarme di medici e associazioni, fatto da pungolo presso l’ASP e incalzato il governo regionale con atti parlamentari. Ritengo di essere insieme al mio gruppo sulla strada giusta anche spinto dai risultati che a poco a poco stiamo ottenendo.

– Nell’ospedale di Sciacca sono arrivati i primi medici per far fronte alle croniche carenze di personale (altri medici, infermieri e tecnici verranno assunti a breve).
– Gli atavici disservizi relativi agli ascensori vanno verso la soluzione.
– A #Licata, è stato riaperto il punto nascite chiuso da più di 2 anni.
– a seguito dell’interrogazione parlamentare, fa specie dirlo nel terzo millennio, ma è stato risolto il problema della presenza di zanzare all’interno de nosocomio.
– si è sulla via della soluzione per la problematica connessa al malfunzionamento degli Ascensori dell’Ospedale di Sciacca.
–  previsto e finalmente appaltato il sistema di videosorveglianza in molte aree dei nosocomi agrigentini.
Non bisogna, tuttavia, abbassare la guardia. Tanto resta ancora da fare: avere un sistema sanitario pubblico efficiente rimane una priorità su cui lavorare e vigilare nell’interesse dei cittadini, in risposta al mandato elettorale che mi è stato affidato e all’impegno che ho assunto.

5. NEWS IN PILLOLE

1. Sciacca Mercato Ittico. Emesso decreto da 600mila euro

L’Assessorato regionale all’agricoltura, per il tramite del dipartimento della pesca mediterranea, ha emesso il decreto di finanziamento della somma di € 626.064,68 per la riqualificazione e l’informatizzazione del Mercato ittico di Sciacca.
Si tratta di una svolta a dir poco epocale per lo sviluppo della marineria di Sciacca, quale si attendeva ormai da decenni. Un risultato di straordinaria importanza, che consentirà alla nostra marineria di fare quel salto di qualità di cui tanto si è parlato, molto spesso a sproposito, senza mai trovare riscontri concreti.
Ancora una volta si conferma la voglia di lavorare, lontani dalle luci dei riflettori, con esclusivo riguardo ai bisogni e agli interessi del nostro territorio. Lascio agli altri la politica dei proclami e delle polemiche. Voglio lavorare quotidianamente per cambiare il volto del nostro territorio.

2. Randagismo: Il mio impegno costante

In qualità di componente della Commissione Randagismo ho voluto dare la mia assoluta disponibilità ed apertura ad associazioni, amministrazioni e a chiunque mi abbia chiesto un confronto per affrontare le tematiche legate a questo fenomeno purchè il dialogo sia serio, scevro da inutili pregiudizi e prese di posizione davvero insensate.  Ho partecipato a numerosi incontri e collaborato alla definizione di un disegno di legge depositato in ARS.
Mi sono reso conto, infatti,  lavorando come di consueto sui territori,  che I Comuni dell’isola soffrono di un senso di abbandono nei confronti della regione e ancor di più della Politica, incapaci di dare loro risposte rapide e chiare. La celerità è, quindi, fondamentale!

È stato e Deve continuare ad essere un lavoro di squadra: studio e ricerca tecnico-scientifica finalizzati alla tutela degli animali e alla prevenzione del randagismo mediante la disamina di studi acquisiti e molteplici interlocuzioni con tutti i soggetti afferenti al poliedrico mondo della tutela dei diritti degli animali. Questi incontri, hanno rafforzato l’idea che è divenuto improcrastinabile l’aggiornamento della legge regionale 15/2000 in materia di tutela degli animali domestici e d’affezione, prevenzione e controllo del randagismo.

A questo proposito parteciperò il 24 Agosto a Palma di Montechiaro ad un incontro “La legge sul randagismo va cambiata”, presso  la sala consiliare del Municipio, a Palazzo degli Scolopi, alle 18, dove si svolgerà un tavolo di confronto sulla proposta di modifica della legge regionale 15 del 2000 sulla prevenzione del randagismo.

Ho coinvolto la L.A.V. (Lega Anti Vivisezione), nella persona della dott.ssa Faiella (Responsabile Nazionale Adozioni LAV) per sperimentare un nuovo progetto che prevede oltre all’identificazione e al controllo delle nascite della popolazione canina, anche l’emanazione di un’Ordinanza contingibile e urgente per disciplinare l’ingresso e l’uscita dei cani solo se identificati e sterilizzati; l’acquisto di lettori di microchip e allestimento di un ambulatorio veterinario per le sterilizzazioni e altre azioni utili al contrasto del fenomeno.

3. TERME DI SCIACCA: AGGIORNAMENTO

Mi fa piacere aggiornarvi sulla complessa situazione che riguarda le Terme di Sciacca. Senza voler fare proclami, ho lavorato costantemente e con grandissima determinazione al fine di giungere ad una Svolta che possa prevedere prima l’emissione di un bando per l’affidamento e la gestione del complesso termale e finalmente il “sogno” di rivedere le Terme aperte.
Il 6 agosto, presso l’assessorato regionale dell’economia, ho organizzato un incontro che ha coinvolto tutti gli attori politico-istituzionali coinvolti che si è concluso con il raggiungimento e la sottoscrizione di un’intesa per una celere procedura di valorizzazione del complesso termale di Sciacca. Auspico,  e in tal senso il mio impegno sarà sempre serissimo, che  il mese di Settembre ci porti qualche gradita sorpresa.

4. OLTRE 2 MILIONI PER FINANZIARE LA PESCA

Sono molto orgoglioso di condividere con voi una bella notizia,  riflesso della buona amministrazione, che riguarda la città di Sciacca. In occasione di Azzurro Food, manifestazione enogastronomica per la valorizzazione del pesce azzurro, giunta alla quinta edizione, il Comune di Sciacca (AG) ha firmato la convenzione “Flag fishery local action group” che porterà finanziamenti per un valore di 2,1 milioni di euro al comparto della pesca di tutto il territorio che va da Sciacca a Menfi, Realmonte, Campobello di Mazara e Porto Empedocle.
I pescatori, inoltre, diventano complici se non protagonisti della tutela del mare per la raccolta della plastica e la beneficenza sul pescato senza valore commerciale. Con riferimento al primo aspetto, i pescatori sono deputati all’azione di recupero dei rifiuti dal mare: in questo modo la plastica che resta nelle reti (si pensi ad esempio alla rete utilizzata per la pesca a strascico) verrà direttamente conferita nell’isola ecologica, realizzata dal Comune, a fronte di una premialità per i pescatori diligenti. La “beneficienza sul pescato, invece,  è un progetto che coinvolge pescatori e Banco alimentare: il pesce non utilizzato per la vendita talvolta perché privo di valore commerciale, sarà trasformato e donato al banco alimentare,  sì da poter sostenere tante famiglie che ancora oggi versano in stato di povertà.

Continuo a girare per il territorio incontrare tanti amici della mia provincia e non solo, ascoltare problemi, proposte o suggerimenti, individuando possibili soluzioni.
Leggo volentieri i vostri commenti. Le vostre proposte e anche le vostre critiche. Naturalmente al solito indirizzo email segreteriamichelecatanzaro@gmail.com se volete potete inviarmi i vostri spunti, suggerimenti e idee possono come sempre essere inoltrati tramite l’apposito MODULO CONTATTI.

 

Se vi è piaciuta questa E-news, per restare sempre aggiornati sulle tante altre opportunità e sulla mia attività vi consiglio di seguirmi su Facebook o su twitter. Cliccate sulle icone per connettervi direttamente ai miei account ufficiali.

Se vi va seguitemi anche su instagram

Buon agosto a tutti, amici! Che sia tempo di ricarica per i tanti che sono in vacanza o che stanno partendo. Se ritenete questa newsletter possa essere utile girate pure email a altri amici.

Buone Vacanze
Michele 

Condividi