Amiche ed amici,
Sono passati 30 giorni dalla mia ultima newsletter e le cose da raccontarvi sono tante.

In questa mia settima E-News vi evidenzio:

1. Tutte le #Opportunità del momento
2. News in Pillole
3. Emergenza Randagismo: Aggiornamenti
4. Sanità: Un’attenzione particolare ai nostri ospedali
5. Agricoltura: Tante azioni per il sostegno di questo settore strategico.

1. Le Opportunità del momento

Sono molteplici e diversificati i bandi e le opportunità attive in questi giorni. Infatti, scorrendo tra i banners che sotto vi riporto potete sicuramente trovare qualcosa che fa proprio al caso vostro. Alcuni sono concorsi nelle pubbliche amministrazioni e altri annunci riguardano opportunità di presentare istanze e progetti per accedere a contributi e fondi destinati ai giovani, agli agricoltori alle donne e alle associazioni. Come sempre potete richiedermi maggiori informazioni scrivendo alla mia mail segreteriamichelecatanzaro@gmail.com o compilando l’apposito modulo  CONTATTI.

2. News in Pillole
  • Provinciale Raffadali-Siculiana, presentata interrogazione all’Ars

Sul tema dell’ammodernamento della viabilità il mio impegno da deputato regionale è senza sosta. Dopo aver chiesto ed ottenuto risposte circa lo stato dei lavori delle SS121-181 Palermo-Agrigento (QUI le risposte), ho presentato un’interrogazione sulle pessime condizioni in cui versa la SP17 Raffadali – Siculiana, nodo viario cruciale sia per gli autotrasportatori che per i cittadini (soprattutto nel periodo estivo). Sono convinto che migliorare la rete stradale sia il volano per l’intera area e apporti enormi benefici al turismo e al commercio. Pertanto,  è necessario lavorare alacremente affinché si sblocchino i progetti, si indicano le gare d’appalto, si aprano i cantieri. Il governo si dia una mossa, investa sulle infrastrutture.

Anche nel settore dell’agricoltura e pesca ho ritenuto di dover intervenire tramite la presentazione di alcuni disegni di legge:

1. la proposta di legge sugli “Interventi per il settore ittico puntando all’introduzione di nuove disposizioni in materia di pesca nel mediterraneo”. Dopo un decennio si mette mano ad un progetto legislativo, questo, che malgrado sia uno dei principali settori per l’economia siciliana è costantemente disatteso e sottopotenzianto. L’obiettivo è quello di dare risposte concrete agli operatori del settore ittico attraverso un riordino e una semplificazione normativa legata al loro settore, tanto antico quanto complicato.

2. Nella stessa direzione va anche il Ddl “Norme  in  materia  ittiturismo,  pescaturismo,  fattoria  didattica  e  sociale”. Si tratta di proposte che mirano a riavvicinare i giovani al territorio, integrando i  redditi  dei  pescatori professionali, così da stimolare la creazione  di  nuovi  posti  di  lavoro e innovare le modalità di pesca, con sensibili miglioramenti per le condizioni di vita  degli imprenditori  ittici  e  delle  loro famiglie, senza dimenticare le ricadute turistiche in termini di ritorno sul territorio e sui suoi prodotti tipici

3. Per quanto riguarda l’agricoltura, ho presentato una nuova proposta di legge sulla “Vendita diretta dei prodotti agricoli”, con lo scopo di mettere l’imprenditore agricolo nelle condizioni di esercitare, oltre alle attività di coltivazione o allevamento, anche la manipolazione, la conservazione, la trasformazione, la commercializzazione e la valorizzazione dei prodotti agricoli, purché dette attività riguardino prevalentemente i prodotti derivanti dalla coltivazione del proprio fondo o dall’allevamento dei propri animali.

4. Ho inoltre presentato una proposta di legge sulla “Valorizzazione dei suoli pubblici a vocazione agricola per contenerne il consumo e favorirne l’accesso ai giovani”.
Sono previste disposizioni urgenti a tutela della concorrenza, a sostegno dello sviluppo delle infrastrutture e della competitività; si prevede una disciplina per le modalità di affidamento dei beni pubblici a vocazione agricola ad imprenditori agricoli, al fine di favorire lo sviluppo economico del settore.

5. È stata approvata dalla V Commissione la mia proposta di legge sull’istituzione “Forum politiche giovanili”. Investire sulle politiche giovanili è la strada da percorrere per la formazione della futura classe dirigente siciliana e questa proposta di legge rappresenta un vero e proprio cambio di rotta, un’opportunità’ che non possiamo perdere. Investire sui giovani e sulla loro crescita umana, culturale e professionale, sul loro reale coinvolgimento e la loro responsabilizzazione, significa investire sul futuro di un determinato territorio. Un concetto elementare che fino ad oggi la classe politica regionale aveva pensato bene di non applicare. Noi invece lo abbiamo fortemente sostenuto. Vogliamo creare le condizioni affinché’ possa rilanciarsi un dialogo fra istituzioni regionali e mondo dei giovani. L’istituzione di un Forum giovanile con funzione propositiva e consultiva per il Governo regionale può aprire alla possibilità di un confronto tra il mondo dei giovani e le istituzioni.

6. Dietro mia proposta sono stati assegnati al Toscanini di Ribera i finanziamenti della Regione Siciliana per il prossimo triennio.

La bellezza della Politica è anche poter intervenire concretamente per salvaguardare le #eccellenze, l’#arte e i giovani #talenti. Così, lavorando ancora una volta insieme all’assessore Roberto Lagalla abbiamo scongiurato la chiusura dell’Istituto Toscanini di #Ribera; in seno al collegato alla legge finanziaria abbiamo infatti trovato i fondi per pagare gli stipendi ai docenti, in modo da rilanciarlo e far ripartire la stagione. Nella terra di Pirandello e Quasimodo, chi amministra, infatti, ha il dovere di curarsi della cultura e di sostenerla, perché la #bellezza si ancora un valore assoluto (QUI ho avuto di leggere l’apprezzamento del direttore e del Presidente)

9. Grazie al nostro interessamento arrivano finanziamenti a decine di imprese siciliane.

Non sarà necessario un nuovo bando, ma basterà lo scorrimento della graduatoria per far arrivare a decine di imprese agricole siciliane che si sono avvalse del PSR Sicilia 14/20 i contributi a sostegno degli investimenti per la trasformazione e la commercializzazione dei prodotti.
Il bando pubblico aveva finanziato solo quaranta imprese delle oltre 100 partecipanti, utilizzando solo la metà della dotazione finanziaria prevista che era di 148 milioni di euro. La rassicurazione fornita dall’assessore all’agricoltura Bandiera di procedere con lo scorrimento della graduatoria piuttosto che con l’emanazione di un secondo bando è certamente un fatto positivo che consentirà alle imprese di accedere ai finanziamenti spettanti senza ulteriori aggravi di costi ne lungaggini burocratiche e, in definitiva, in tempi più brevi.

Come appare evidente la mia attività è assai intensa mossa sempre dal confronto con la gente, da spirito di proposizione e voglia di concretezza nel tentativo di ricambiare la fiducia con i tanti che hanno riposto in me tante aspettative.

2. Emergenza Randagismo: Aggiornamenti

In qualità di componente della Commissione Randagismo ho ricevuto la “Richiesta di incontro urgente per un confronto sulla riforma strutturale per debellare il fenomeno del randagismo“. Difatti, già all’indomani dell’emergenza, tristemente originatasi proprio a Sciacca, ho dovuto difendere l’amministrazione da insulti spregevoli e da vere e proprie minacce, non solo da parte di cittadini di tutta l’Italia, ma anche da dirigenti regionali(QUI per approfondire).
Ho voluto dare la mia assoluta disponibilità ed apertura a concordare un incontro per affrontare la tematica,  anticipando non solo la mia disponibilità, ma anche quella del dott. Giovanni Giacobbe, esperto nominato dall’A.R.S. proprio per affrontare questo complesso fenomeno, ed anche del dott. Antonino Salina, funzionario dell’assessorato regionale alla Salute e di molti altri esperti in materia che hanno accolto il mio invito.

Ho ritenuto, tuttavia, di dover palesare alcune precisazioni:

L’incontro ha rafforzato l’idea che è divenuto improcrastinabile l’aggiornamento della legge regionale 15/2000 in materia di tutela degli animali domestici e d’affezione, prevenzione e controllo del randagismo. Ricordo che, tra le norme inserite nella Legge Finanziaria approvata il 30 aprile scorso c’è anche quella che assegna ai Comuni un  contributo di 20 milioni di euro per realizzare nuovi rifugi sanitari pubblici e per la predisposizione di ambulatori veterinari in cui effettuare le operazioni di anagrafe e di sterilizzazione.
Nei video che vi allego potete, se volete, ascoltare le mie dichiarazioni e i commenti degli intervenuti.

3. Sanità: Un’attenzione particolare ai nostri ospedali

Una comunità moderna e giusta si misura in primo luogo dal trattamento che riserva ai soggetti più deboli, a chi soffre ed è bisognoso. L’impietoso stato in cui versa l’ospedale di Sciacca e dei nosocomi del nostro territorio è sintomo di una cattiva gestione dell’attività ordinaria. Occorre, pertanto, che tutte le forze politiche, senza scudi o bandiere, si sbraccino e lavorino congiuntamente per migliorare i servizi offerti dal sistema sanitario. Tutte le associazioni, gli operatori e le forze politiche troveranno sempre in me un interlocutore aperto e disponibile per il rilancio della nostra città, dall’ospedale alle terme, dall’annoso problema del randagismo all’occupazione giovanile.
A non funzionare è soprattutto, come evidenziato, l’ordinaria amministrazione: situazioni emergenziali che diventano la normalità; cittadini e utenti in profondo grado di abbandono; carenze delle più elementari regole di condotta. Si tratta a ben vedere di una situazione che si muove a discapito della sanità pubblica e, di converso, a favore della privata.
All’ospedale di Sciacca, ad esempio, è mancato pure il latte nel reparto maternità (è una cosa insostenibile!!!). Per questo motivo ho avuto intensi contatti con l’assessore Razza per avere rassicurazioni sulla circostanza che un ospedale  tanto importante per il territorio sia mantenuto ed anzi implementato, quale “SPOKE” ovvero un Presidio Ospedaliero Territoriale di primo livello. Ho chiesto di potere visionare il documento che sarà presentato dall’Assessore Ruggero Razza. Mi sento di rassicurare i tanti che mi avevano chiesto aiuto e informazioni, esprimendo preoccupazione: L’ospedale di Sciacca rimane ospedale spoke di primo livello, e la disponibilità dei posti letto registrerà perfino un leggero miglioramento. Vigilerò affinché tali impegni vengano confermati sia in sede di consultazione sindacale, sia in sede di Commissione permanente, per poi prestare la massima attenzione all’esame in aula.

Gli Ospedali della Provincia di Agrigento, con l’arrivo della stagione estiva, sono presi d’assalto da insetti e zanzare.

È inaccettabile, nel 2018, continuare a tollerare tale situazione, sempre al limite dell’emergenza: la  presenza di zanzare nei luoghi di cura che,  per loro natura, dovrebbero essere quanto più possibile sterili genera una situazione paradossale di insalubrità degli stessi, mortificando il lavoro e l’impegno degli operatori sanitari e mettendo a serio rischio la salute e la vita dei pazienti, i quali prima di tutto hanno il diritto di godere di ambienti salubri e sicuri.

Per questo motivo ho presentato un’interrogazione urgente all’Assessorato regionale alla Salute per chiedere se e quali iniziative, anche in vista del considerevole aumento della popolazione in concomitanza con l’arrivo della stazione estiva, il Governo regionale ha intenzione di intraprendere al fine di tutelare il diritto alla salute sancito dalla Costituzione e prerogativa minima per il rispetto della dignità della persona.

4. Ambiente: No alle Trivelle nella Foce del Platani

La foce del fiume Platani non deve essere violata e saccheggiata, ma rimanere un sito naturalistico di incomparabile bellezza da sfruttare ai fini turistici. Con una Mozione Parlamentare ho chiesto alla Regione di bloccare immediatamente l’iter autorizzatorio per l’avvio di trivellazioni utili alla ricerca di sali potassici e alcalini in quell’area. Ho chiamato a raccolta parlamentari, amministratori locali, associazioni e cittadini per scongiurare l’installazione delle trivelle. Tantissime sono le cause ostative che rendono impossibile lo sfruttamento di questa area per ricerche minerarie. Per non parlare ripercussioni ed incidenze negative i cui riflessi avrebbero ricadute sullo stato di conservazione dei valori naturali tutelati in tutto quel vasto territorio dichiarato dai Comuni di Ribera e Cattolica Eraclea a vocazione turistica.

Come sempre, mi fa molto piacere ricevere le vostre proposte e a confrontarmi con voi sui diversi temi affrontati. I vostri spunti, suggerimenti e idee possono come sempre essere inoltrati tramite l’apposito MODULO CONTATTI oppure all’indirizzo email segreteriamichelecatanzaro@gmail.com.

Se vi è piaciuta questa E-news, per restare sempre aggiornati sulle tante altre opportunità e sulla mia attività vi consiglio di seguirmi su Facebook o su twitter. Cliccate sulle icone per connettervi direttamente ai miei account ufficiali.

Se vi va seguitemi anche su instagram

 

Buon fine settimana
Michele 

Stampa
Condividi