Ho presentato un emendamento contro la revoca dei tagli agli Enti Regionali per il diritto allo Studio Universitario. Il Governo regionale ha, infatti, disposto un taglio superiore ai 2 milioni di euro per il 2018 e di 3 milioni per gli anni successivi.

Occorre assolutamente investire nello studio universitario e nella ricerca se è vero che la Sicilia vuole crescere e vuole innovare e tutti devono avere l’opportunità di poter studiare nelle università indipendentemente dal reddito familiare di provenienza. Con il ripristino dei fondi agli Ersu saranno garantite borse di studio per gli studenti più meritevoli e che versano in condizioni economiche maggiormente disagiate e continueranno ad essere garantiti servizi importanti come le mense dei poli universitari decentrati di Agrigento, Trapani e Caltanissetta, e potranno essere promosse iniziative culturali per tutti gli studenti degli atenei siciliani.

Stampa
Condividi