Amiche e amici, bentrovati.

Come già sapete, utilizzo la newsletter per fare il punto sulla mia attività da parlamentare e per condividere con voi quanto fatto. Sono contento di ricevere il vostro apprezzamento alle mie E-news e per questo vi chiedo, se vi va, di fare iscrivere i vostri amici utilizzando questo link https://www.michelecatanzaro.it/#newsletter.

 

In evidenza in questa quarta #Newsletter:

1. Le mie proposte per la finanziaria 2018-2020
2. Tutte le #Opportunità del momento;
3. La questione del
 Consorzio Universitario di Agrigento;
4. Aggiornamento sulla situazione delle Terme di Sciacca;
5. Asse viario Palermo-Agrigento.

 

1. Le mie proposte per la finanziaria 2018-2020

In questo mese di aprile, l’attività del Parlamento regionale è, o dovrebbe essere, concentrata esclusivamente sulla manovra finanziaria 2018-2020. Questa, infatti, rappresenta il cuore pulsante dell’attività parlamentare e il momento principale in cui l’Aula svolge la sua funzione di indirizzo e controllo sull’attività del Governo regionale. Come è mio solito, non trovo utile, in questa sede, dilungarmi in tecnicismi o utilizzare un linguaggio burocratese: amo parlare con i cittadini in modo semplice e diretto, fornire risposte concrete e metterli al corrente della situazione attuale. Voglio, tuttavia, dirvi sin da subito che come sempre, sono disponibile ad ascoltare le vostre proposte e i vostri spunti anche in un campo così tecnico e, in ogni momento sono felice di confrontarmi con voi. Potete farlo come sempre contattandomi con l’apposito MODULO CONTATTI.
In poche righe proverò a riassumervi gli “emendamenti“, ovvero le proposte di modifica al disegno di legge presentato del Governo, perché ritengo che sia  necessario intervenire su alcune tematiche.
Pur nella consapevolezza che le aree di intervento sono molteplici e talune parrebbero avere anche una priorità maggiore, credo che, per i tempi della politica e in considerazione del mio attuale ruolo istituzione d’opposizione, sia opportuno in questo momento concentrare gli sforzi verso quelle che ho ritenuto potessero avere maggiori possibilità di essere accolte e approvate dalla maggioranza dei miei colleghi in Aula.

  1. Istituzione dell’Assessorato alle Politiche giovanili: Se avete letto le mie precedenti E-News (QUI potete rileggerle tutte) sarete sicuramente a conoscenza che, poco dopo il mio insediamento, ho presentato il primo disegno di legge sulle politiche giovanili della regione Siciliana (QUI per approfondire un poco) colmando un ritardo rispetto alle altre regioni di quasi 40 anni. La Sicilia è l’unica Regione d’Italia a non avere una normativa in materia. Dopo anni di chiacchiere, nelle quali ai giovani ci si è rivolti soltanto in campagna elettorale. L’iter procede molto velocemente tanto che è già stato incardinato nella commissione competente. Ma naturalmente, non mi sono fermato. Sapete che in Sicilia manca l’Assessorato Regionale in materia di politiche giovanili? Bene! ho provveduto a chiederne ufficialmente l’istituzione accorpandolo come avviene in molte altre regioni italiane all’assessorato alle politiche sociali e quindi istituire l’assessorato Regionale della Salute, della famiglia e delle politiche sociali e giovanili” . Ma non mi sono fermato certo qui, infatti, ho chiesto:
  2. L’Istituzione dell’osservatorio Regionale delle Politiche Giovanili presso la regione. Le funzioni di tale organo sono quelle di effettuare un lavoro volto al monitoraggio, all’informazione e comunicazione, creazione di una banca dati e la rilevazione di tutti questi dati sulla base degli aspetti sociali economici, storico culturali delle realtà giovanili.
  3. Per quanto concerne l’integrazione del biglietto Unico(Ferrovie/trasporti locali) ho chiesto di introdurre anche la possibilità di un abbonamento per il trasporto locale perché ritengo che tale iniziativa debba essere realizzata nella sua interezza permettendo alle tante persone che viaggiano si sfruttare anche le ipotesi si stipulare abbonamenti.
  4. Istituzione Bonus Cultura: per i giovani siciliani di età compresa tra i 14 e i 17 anni ( si aggiunge al bonus cultura nazionale spendibile solo per chi compie 18 anni) la possibilità di spendere fino a 250 euro l’anno in attività culturali e l’acquisto. Con questo bonus,  è possibile comprare: musica registrata; libri, concerti e spettacoli dal vivo, spettacoli teatrali, film al cinema, ingressi ai musei, mostre ed eventi culturali ecc. (QUI potete leggere il testo dell’emendamento approvato dalla commissione).
  5. Su questa linea è stato presentato anche l’emendamento che istituisce il fondo regionale sulle politiche giovanili che potete leggere QUI. Beh! Credo che difficilmente si possa ricordare qualcuno che sia sia mosso così tanto in così poco tempo.
  6. altro emendamento riguarda le disposizioni per l’ampliamento del reddito di inclusione, che consente di ampliare la platea dei beneficiari al fine di contrastare il fenomeno della povertà attraverso questa forma di Regionale, in osservanza alla normativa nazionale.
  7. LAVORO:
    Riguardo la questa tematica gli emendamenti presentati hanno interessato:

    1. I Lavoratori Socialmente Utile (LSU) puntando al riconoscimento della contribuzione figurativa valida ai fini della pensione per i ex LSU stabilizzati assunti nei ruoli della Regione.
    2. Dipendenti Regionali, chiedendo la riformulazione dell’Art 8 della legge 10 luglio 2015 n. 12 che differisce il TFR per i lavoratori collocati a riposo nella regione Sicilia facendolo maturare al momento del raggiungimento dei requisiti stabiliti dall’introduzione della legge Fornero. È stato chiesto una equiparazione alla normativa nazionale che consente di averlo dopo due anni.
    3. Lavoratori Forestali. Ho presentato un emendamento per il riconoscimento, per il personale del Corpo Forestale della Regione Sicilia, delle funzioni di polizia giudiziaria inquadrato nei vari livelli occupazionali di propria corrispondenza, in recepimento della normativa nazionale che già aveva previsto questo tipo di funzione.
  8. Emendamento per l’ istituzione della Consulta regionale permanente della disabilità. Lo scopo è quello di garantire la partecipazione e la consultazione con le istituzioni delle associazioni interessate alla programmazione di interventi in favore delle persone con disabilità  e con le modalità di un organismo permanente. La Consulta formula proposte e attività di studio, garantisce la piena partecipazione e il reale coinvolgimento delle persone con disabilità de loro familiari e delle rispettive associazioni, promuove e favorisce nel campo dell’edilizia pubblica e privata e dei pubblici trasporti la rimozione delle barriere architettoniche.
  9. Nel campo del Sociale, tra gli altri, ho presentato un emendamento sulla Prevenzione e contrasto del Bullismo e Cyber Bullismo, al fine di promuovere e sostenere delle azioni volte al contrasto dei fenomeni del bullismo e cyber bullismo, finalizzata alla diffusione della cultura sulla legalità al rispetto della dignità dell’individuo, alla tutela dell’integrità psicofisica dei giovani adolescenti negli ambienti scolastici o volta al corretto utilizzo degli strumenti informatici e della rete internet. Tutto questo mediante delle campagne di sensibilizzazione e informazione dei giovani ma anche delle loro famiglie, o attraverso campagne di sostegno mirato.
  10. Diritto allo Studio: Diversi emendamenti per il Ripristino dei contributi che il Governo Regionale aveva tolto alle Università ed ERSU. Sugli ERSU avevamo già approvato una risoluzione in V Commissione per la ricostituzione dei Consigli di Amministrazione (QUI maggiori approfondimenti).
  11. Emendamento che punta all’istituzione del “Fondo Prevenzione e Gestione Rischi naturali”, con una dotazione finanziaria di 3 milioni di euro annui per l’inserimento nel proprio organico di figure professionali per una idonea ed efficace azione di prevenzione e previsione e di supporto al governo del territorio. Più informazioni potete leggerle in questo articolo.
Chiunque fosse interessato ad approfondimenti o ad offrire ulteriori spunti di riflessione è sempre possibile farlo utilizzando l’apposito MODULO contatti o scrivere a segreteriamichelecatanzaro@gmail.com. Come avrete notato, la mia maniera di svolgere l’attività parlamentare è sinergica alle necessita del territorio che voglio rappresentare.
2. Le Opportunità del momento

Come al solito, mi fa piacere segnalarvi alcune opportunità lavorative nel settore pubblico e privato. Il ruolo del parlamentare regionale, a mio avviso, è anche questo: dare la possibilità a tutti di affermarsi nella loro vita tramite il lavoro, condividendo il più possibile e con ogni strumento le novità e le opportunità di cui sono a conoscenza. Spero, in tale modo, di esservi d’aiuto, offrendovi qualche dritta!


3. La questione del Consorzio Universitario di Agrigento

Il declino del CUA è evidente, per questa ragione ho chiesto agli assessori al ramo di fare la propria parte prima che sia troppo tardi, prima che una fonte di crescita culturale ed economica di tale importanza vada persa.
L’Università di Agrigento deve essere sinonimo di crescita culturale ed economica. Il suo attuale declino è preoccupante e, per questo, ho presentato un’interrogazione parlamentare (QUI) per chiedere l’intervento del Governo Regionale.
In passato, grazie all’attività portata avanti dal Consorzio universitario, il territorio agrigentino ha visto un rilancio in campo culturale ed economico. Negli ultimi anni, invece, è stata ridotta ai minimi termini l’offerta formativa e sono diminuite le iscrizioni e di conseguenza le risorse finanziarie, dal momento che alcuni Comuni hanno deciso di farsi da parte, ritenendo il finanziamento non più sostenibile data la scarsa attrattività accademica. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata, a mio parere, la notizia che perfino il Corso di laurea in Beni Culturali e archeologici, fondamentale e strategico in una realtà dotata di un patrimonio archeologico e architettonico fra i più ricchi al mondo, verrà soppresso e spostato a Palermo. Da qui è scaturita la decisione di interrogare il governo, chiamando in causa anche il Rettore dell’ateneo di Palermo, per sapere se è intendimento dello stesso fermare il declino del CUPA di Agrigento, collaborare a una riorganizzazione e sostenere un rilancio economico e accademico. Sono vicino alla cittadinanza, alle amministrazioni comunali, ai sindacati della Città dei Templi, i quali hanno espresso forti timori per i danni che la definitiva chiusura del Consorzio Universitario potrebbe causare.

Ho voluto esserci al consiglio che si è svolto ad Agrigento in merito alle problematiche proprio del CUA e QUI potete leggere cosa penso.

4. Aggiornamenti sulla situazione delle Terme di Sciacca

La vicenda che attiene alle Terme di Sciacca è, per me, una triste telenovela.
Ricorderete, infatti, che il 31 gennaio scorso avevo presentato una precisa interrogazione al Governo in merito (QUI per maggiori approfondimenti).
Nonostante siano scaduti i termini entro cui rispondere alla predetta interrogazione, il governo Musumeci, pur trattandosi di una questione assai delicata, resta in silenzio. Nel frattempo lo stesso Governo, per  tramite dell’assessore Armao dimostra di avere sulla vicenda  “Poche idee ma confuse”. L’avv. Armao un giorno dice una cosa, il giorno dopo sostiene il suo esatto contrario: Sulle Terme prima dice che il percorso iniziato dal precedente Governo (affidamento al Comune) potrà proseguire, poco dopo, a sorpresa,  cambia idea e ipotizza che il bando debba farlo la Regione.
Cosa è successo nel frattempo?”, la domanda resta inevasa e i dubbi e le perplessità tante; non resta che continuare ad interrogarsi  e non abbassare la guardia.

5. Asse viario Palermo-Agrigento.

Sono soddisfatto di sapere che finalmente il Governo ha deciso di affrontare seriamente la questione dei ritardi che interessano il cantiere.
Avevo sollevato il problema il 31 gennaio scorso per mezzo di un’interrogazione rimasta inascoltata fino a qualche giorno fa (QUI puoi leggere un articolo sulla mia interrogazione).
Resto attento e vigile perché il Governo faccia di tutto per accelerare l’ultimazione delle opere, a sostegno della ripresa dell’economia siciliana e per la sicurezza di tutti quei siciliani che percorrono ogni giorno l’arteria.

Se vi è piaciuta questa E-news, per restare sempre aggiornati sulle tante altre opportunità e sulla mia attività vi consiglio di seguirmi su Facebook o su twitter. Cliccate sulle icone per connettervi direttamente ai miei account ufficiali.

Un abbraccio a tutti voi
Michele 

 

Stampa
Condividi