Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha pubblicato tre avvisi pubblici per la selezione di 230 unitàda assumere, a tempo indeterminato, nei seguenti profili professionali:

  • n.90 unità come Collaboratore amministrativo con orientamento economico aziendale e contabile;
  • n.80 unità come Collaboratore amministrativo con orientamento statistico ed economico quantitativo;
  • n.60 unità come Collaboratore amministrativo con orientamento economico – finanziario.

I profili a concorso sono da inquadrare nella terza area funzionale – fascia retributiva F1, e da destinare agli uffici centrali e/o territoriali del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Si precisa che per ogni concorso pubblico, il 20% dei posti disponibili, sono riservati al personale appartenente al ruolo unico del Ministero.

REQUISITI

Ai candidati ai concorsi del Ministero dell’Economia si richiedono i seguenti requisiti generici:
– cittadinanza di uno degli Stati membri dell’UE;
– godimento dei diritti civili e politici;
– idoneità fisica all’impiego;
– non essere stati interdetti dai pubblici uffici;
– non essere esclusi dall’elettorato politico attivo, né essere stati destituiti o dispensati presso pubblica amministrazione, né licenziati da altro impiego statale;
– non avere precedenti penali incompatibili con l’esercizio delle funzioni da svolgere nell’ambito dei compiti istituzionali del Ministero dell’economia e delle finanze.

Si richiede inoltre, come requisiti specifici, uno dei seguenti titoli di studio sulla base delle mansioni da ricoprire:

Profilo economico aziendale e contabile
– Laurea triennale in Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione o Scienze economiche;
– Laurea magistrale in Ingegneria gestionale o Scienze dell’economia o Finanza  o Scienze delle Pubbliche Amministrazioni o Scienze economiche-aziendali o altra laurea specialistica o magistrale;
– Diplomi di laurea equiparati alle suindicate classi di lauree magistrali.

Profilo amministrativo statistico economico quantitativo
– Laurea triennale in Ingegneria dell’informazione o Ingegneria industriale o Scienze e tecnologie informatiche o Scienze economiche o Scienze matematiche o Statistica;
– Laurea magistrale in Informatica o Ingegneria gestionale o Ingegneria informatica o Matematica o Sicurezza informatica o Scienze dell’economia o Finanza o Scienze economiche-aziendali o Scienze statistiche o Scienze statistiche, attuariali e finanziarie o altra laurea specialistica o magistrale secondo l’equiparazione stabilita da decreto interministeriale;
– diplomi di laurea equiparati alle suindicate classi di lauree magistrali.

Profilo economico finanziario
– Laurea triennale in Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione o Scienze economiche o Scienze matematiche o Scienze politiche e delle relazioni internazionali o Statistica;
– Laurea magistrale in Scienze dell’economia o Finanza o Scienze delle Pubbliche Amministrazioni o Relazioni internazionali o Scienza della politica o Scienze economiche aziendali o Scienze statistiche o Scienze statistiche, attuariali e finanziarie o Studi europei o altra laurea specialistica o magistrale secondo l’equiparazione stabilita da decreto interministeriale;
– diplomi di laurea equiparati alle suindicate classi di lauree magistrali.

SELEZIONE

I partecipanti al concorso per amministrativi del Ministero dell’Economia saranno valutati sulla base delle seguenti prove d’esame:

  • Prova preselettiva: qualora il numero delle domande risulti pari o superiore a sei volte il numero dei posti messi a concorso, l’amministrazione effettuerà una prova di preselezione, consistente in un test a riposta multipla su quesiti di logica e comprensione del testo, lingua inglese e materie oggetto dei concorsi.
  • Prima prova scritta: redazione di uno o più elaboratori per la verifica dell’attitudine all’analisi del candidato e alla riflessione critica con riferimento alle materie oggetto dei concorsi.
  • Seconda prova scritta: elaborato a contenuto teorico-pratico per la verifica dell’attitudine all’analisi del candidato e alla sfera di attività del profilo per il quale è ammesso alla selezione.
  • Prova orale: colloquio sulle materie oggetto dei concorsi.

DOMANDE

Per partecipare ai concorsi del Ministero dell’Economia per collaboratori amministrativi, i candidati devono produrre la domanda di ammissione esclusivamente in via telematica, attraverso il sistema SPID di identificazione, entro il 26 aprile 2018.

I partecipanti al concorso pubblico dovranno conservare la stampa della domanda di partecipazione, per esibirla nel giorno della prova preselettiva.

Ogni altro dettaglio in merito alla domanda di ammissione ai concorsi pubblici, è riportato sui bandi.

BANDI

I candidati ai concorsi per addetti amministrazione sono invitati a leggere attentamente i bandi di selezione, pubblicati sulla GU IV Serie Speciale – Concorsi ed Esami n.25 del 27-03-2018:
– concorso per collaboratore amministrativo con orientamento economico aziendale e contabile: BANDO (pdf 288kb);
– concorso per collaboratore amministrativo con orientamento statistico ed economico quantitativo: BANDO (pdf 288kb);
– concorso per collaboratore amministrativo con orientamento economico – finanziario: BANDO (pdf 287kb).

Tutte le successive comunicazioni sull’espletamento delle procedure concorsuali e sulle graduatorie finali, saranno pubblicate sul sito istituzionale del Ministero dell’Economia e delle Finanze dedicato ai concorsi www.concorsionline.mef.gov.it.

Condividi