Amici,

Quelli trascorsi dalla pubblicazione della mia prima newsletter (QUI), sono stati giorni intensi all’Assemblea Regionale Siciliana. A Sala d’Ercole e in Commissione Attività Produttive, ho avuto modo di trattare temi importanti e affrontare emergenze che richiedono soluzioni urgenti, assai auspicate dai cittadini. Ho lavorato per questo, per dare risposte immediate ai miei conterranei.

Ho portato all’attenzione del Governo regionale, attraverso la presentazione di diverse interrogazioni, delle quali spero di potervi dare prestissimo un riscontro:

– l’ingiustizia dei tanti siciliani (quasi 30.000) affetti di diabete di tipo 1, ai quali non vengono forniti i nuovi device per il monitoraggio della glicemia che non richiedono continui prelievi di sangue dalle dita (QUI per maggiori informazioni);

– i ritardi che stanno interessando il cantiere per la messa in sicurezza del Viadotto Belice (SS115) e i pericoli per gli automobilisti (QUI per maggiori informazioni);

– Dopo aver ascoltato in audizione i direttori generali dei Consorzi di Bonifica della Sicilia occidentale ed orientale, mi sono reso conto che appare urgente prevedere misure per fronteggiare l’emergenza idrica. A tal proposito, ho proposto alla Commissione di richiedere al Governo Regionale l’istituzione, presso l’Assessorato all’Agricoltura, di un’unità di crisi (QUI).

Rimarrò vigile per veder eliminate tali difficoltà. Ho altresì sollecitato al governo regionale provvedimenti in favore dell’agricoltura e della pesca, nonché il rispetto dei tempi per la riapertura del Punto Nascite di Licata QUI.

– Sono stato addirittura costretto a difendere i miei concittadini di Sciacca dalle offese di inciviltà e ignoranza lanciate via Facebook da un Dirigente Generale di un Dipartimento della Regione in seguito all’azione isolata di un criminale che ha avvelenato diversi cani randagi. Attraverso un’interrogazione ho chiesto al Presidente Musumeci se un uomo delle istituzioni può permettersi di tenere tale condotta. Riguardo il tema del randagismo ho anche firmato un disegno di legge al fine di affrontare strutturalmente la problematica tramite l’aggiornamento della L.R. 157/2000 e per chiedere maggiori risorse per gli Enti locali.

– Tra le varie proposte che ho presentato in queste settimane (che potete QUI approfondire), il Disegno di Legge sulle Politiche Giovanili è di certo quello più atteso dai tanti giovani che durante questi anni mi hanno sempre supportato.
Dopo anni di chiacchiere, durante i quali ai giovani ci si è rivolti soltanto in campagna elettorale era arrivato il momento di dare una risposta concreta ad un’esigenza che avvertiamo sempre più forte, ossia dare voce e spazio ai giovani impegnando il Governo regionale ad aiutare e sostenere la freschezza e la creatività delle loro idee. Ho, quindi, presentato un Decreto Legge per dotare la Regione Siciliana di una legge sulle Politiche Giovanili e istituire il Forum e dell’Osservatorio dei Giovani. Organismi che favoriranno la partecipazione attiva e la rappresentanza dei giovani ai processi decisionali. Investire sui giovani e sulla loro crescita umana, culturale e professionale, sul loro reale coinvolgimento e la loro responsabilizzazione, significa investire sul futuro di un determinato territorio. Un concetto elementare che fino ad oggi la classe politica regionale aveva pensato bene di non applicare. Noi invece lo abbiamo voluto applicare! Mi ha fatto piacere, in tal senso ricevere il gradito apprezzamento per il lavoro svolto da parte del Forum Nazionale dei Giovani attraverso la sua portavoce. QUI potete leggere. 


– Non mancano, anche questa volta, le opportunità che ho evidenziato nell’apposita sezione del mio sito. Qui sotto troverete alcuni esempi.  (Clicca nel bando che più ti interessa per maggiori informazioni).







Non posso, infine, non fare un cenno alle elezioni politiche di domenica 4 marzo. Ogni campagna elettorale è per me un momento simbiotico attraverso il quale posso confrontarmi con tantissime persone. Non solo raccontando le mie idee e quello che sto facendo, ma anche e soprattutto raccogliendo nuove proposte e nuovi contributi che rappresentano per me la linfa della mia attività. Quella che stiamo vivendo, care amiche e cari amici, è una settimana decisiva per le sorti dell’Italia e degli italiani. L’imminente voto servirà a delineare più che mai il nostro futuro in questo scenario socio-politico particolarmente delicato.

Noi vogliamo un’Italia che sia protagonista in Europa e attore principale nella definizione della politica economico-sociale comunitaria.

Noi vogliamo che gli italiani possano beneficiare di servizi pubblici e di un welfare capaci di rispondere ai loro bisogni, senza privilegi e privilegiati.

Bisogna fare di più perché è innegabile che tante cose non vanno come dovrebbero. Ma abbiamo tracciato un solco importante, dal quale non bisogna distaccarsi. Abbiamo posto le basi per costruire un paese solido, moderno ed attraente. La fiducia dei consumatori e delle famiglie, la maggiore collaborazione con i partner stranieri e la crescita economica certificata anche dalla Commissione Europea dimostrano che gli ultimi Governi qualcosa di buono l’anno fatta.I nostri sono dati reali, quelli dei nostri avversari soltanto cifre buttate lì a casaccio e per nulla riscontrabili. Perché quindi avventurarci su sentieri intrisi di demagogia, populismo, estremismo quando il sistema Italia in questi ultimi anni ha riacquisito stabilità politica interna e credibilità a livello internazionale? Nel mio territorio, il territorio Agrigentino, saranno Maria Iacono (candidata al Senato) che è stata in assoluto la deputata più produttiva del collegio di Agrigento; il Professor Gaspare Gulotta (candidato alla Camera, Collegio Sciacca-Mazara Sicilia 1-09 ) – attualmente, tra le tante cariche, Direttore del Dipartimento di Chirurgia Generale del Policlinico di Palermo – a impersonificare questo progetto politico che vuole contraddistinguersi per serietà, affidabilità e uguaglianza; Giuseppe Sodano, avvocato, candidato nel centrosinistra alla CAMERA nel Collegio uninominale Sicilia 1 – 07 Agrigento. Sosteniamo loro per sostenere il nostro paese, il nostro avvenire e quello dei nostri figli. Per farlo, vi chiedo di dare fiducia al Partito Democratico ponendo una X sia per Camera che per il Senato.

Un abbraccio

Michele

Condividi