Agricoltura: cattiva politica non danneggi agricoltori, subito norme di sostegno

Agricoltura: cattiva politica non danneggi agricoltori, subito norme di sostegno

Se è vero che l’agricoltura è il comparto più importante dell’economia siciliana, tanto da essere  stata messa al centro del programma di governo, allora non comprendo come mai si tenti di affossarla con i continui tagli ai finanziamenti. 

Non c’è pace per l’agricoltura siciliana.  La situazione di un comparto di vitale importanza per l’economia regionale,  già critica a causa della crisi del settore e dei danni provocati dal maltempo, rischia di peggiorare a causa della mancata attuazione della riforma dei Consorzi di Bonifica, oltre che dei tagli ai finanziamenti regionali che incidono pesantemente sugli aumenti vertiginosi dei canoni irrigui. L’aumento, probabilmente  illegittimo, delle tariffe ha  messo in ginocchio le imprese agricole ed i lavoratori creando grave incertezza per il futuro.

Se l’aumento dovesse essere confermato molte aziende potrebbero non garantire la produzione.    Ho presentato un emendamento al ‘ddl collegato’ in discussione all’Ars proponendo il varo di una norma  che dia una boccata d’ossigeno al settore agricolo e che mi auguro venga accolta dal presidente Musumeci e dalla sua maggioranza.

Stampa
Condividi